menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una veduta del palazzo di giustizia di Agrigento

Una veduta del palazzo di giustizia di Agrigento

Novantenne "derubato dalla badante", condannata una coppia

Quando l'anziano si è accorto che dalla sua camera da letto mancavano alcuni gioielli e circa 13 mila euro ha presentato una denuncia contro ignoti ai carabinieri. Gli investigatori disposero intercettazioni telefoniche ed ambientali

Derubato dalla donna che avrebbe dovuto prendersi cura di lui. E' la storia di un novantaquattrenne di Realmonte. Il giudice monocratico del tribunale di Agrigento, Giancarlo Caruso, ha condannato a tre anni di reclusione - per l'accusa di furto aggravato - una coppia di cinquantenni di Naro. La donna sarebbe stata la sua badante. 

La vicenda risale al 2012. L’anziano, bisognoso di assistenza a causa dell’età molto avanzata, si era rivolto a un amico chiedendogli di cercare una badante che si occupasse di lui e delle faccende domestiche. Trovata la badante, la donna ha accettato l’incarico di fare. Ben presto, però, il novantenne - stando a quanto è stato ricostruito dall'inchiesta - avrebbe iniziato ad avere dei dubbi perché si sarebbe accorto che dalla sua camera da letto mancavano alcuni gioielli e circa 13 mila euro in contanti. L’uomo presentò una denuncia contro ignoti ai carabinieri e i primi sospetti caddero sulla badante. Gli investigatori disposero delle intercettazioni sia telefoniche che ambientali che avrebbero confermato i sospetti.

Nella casa della badante e del marito furono trovati 4 mila euro, nascosti in alcune pagine della bibbia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento