rotate-mobile
Cronaca Realmonte

"Rubavano corrente grazie ad un magnete", un arresto ed una denuncia

"Con questo sistema si sarebbe garantito un risparmio sulla fornitura pari al 70 per cento della potenza complessivamente erogata" - hanno ricostruito i carabinieri

Un arresto ed una denuncia. E' il risultato di un controllo effettuato dai carabinieri di Realmonte, assieme ai tecnici dell'Enel, su alcuni esercizi commerciali del paese. In un caso, i militari dell'Arma hanno "scovato" un furto di energia elettrica. Il macellaio è stato arrestato, mentre la moglie è stata denunciata, in stato di libertà, alla Procura di Agrigento.

L'uomo "si è approvvigionato illecitamente di energia elettrica - scrivono i carabinieri della compagnia di Agrigento - mediante un 'magnete', eludendo quindi la regolare misurazione e contabilizzazione della fornitura. Con questo sistema si sarebbe garantito un risparmio sulla fornitura pari al 70 per cento della potenza complessivamente erogata" - hanno concluso i carabinieri - .

Il macellaio, dopo le formalità di rito, è stato posto agli arresti domiciliari.   


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Rubavano corrente grazie ad un magnete", un arresto ed una denuncia

AgrigentoNotizie è in caricamento