Incidente nel centro di Ravanusa: un morto e tre giovani in gravi condizioni

A perdere la vita è stato l'ex consigliere comunale ventottenne Lorenzo Miceli, i suoi coetanei sono stati tutti trasferiti - sono in prognosi riservata - all'ospedale "San'Elia" di Caltanissetta

La vittima: Lorenzo Miceli di Ravanusa

Un morto e tre feriti: tutti in prognosi riservata sulla vita. Tragedia, all'alba (alle 4,30 circa ndr.), in via Gramsci, nei pressi della più noto corso Aldo Moro, a Ravanusa dove c'è stato un incidente stradale che non ha coinvolto nessun altro mezzo di passaggio. 

A perdere la vita è stato l'infermiere Lorenzo Miceli, 28 anni, ex consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle di Ravanusa. I suoi tre amici, tutti coetanei, sono stati invece soccorsi e trasferiti - sono, appunto, in prognosi riservata sulla vita - all'ospedale "Sant'Elia" di Caltanissetta. Sul posto, per ore ed ore, hanno lavorato i vigili del fuoco del distaccamento di Canicattì e i carabinieri della stazione di Ravanusa e della compagnia di Licata. A prestare i soccorsi ai feriti tre ambulanze del 118. 

Non è chiara la dinamica dell'incidente stradale, anche se - stando ai militari dell'Arma intervenuti - non è esclusa l'elevata velocità. L'Alfa Romeo 147 sulla quale viaggiava, come trasportato, il ventottenne di Ravanusa s'è schiantata all'altezza del civico 115 di via Gramsci. Il ragazzo è morto sul colpo.  

Lorenzo è figlio di Giovanni, segretario provinciale della Uil pensionati, e nipote di Rosario Miceli ex assessore ed attuale commissario della Dedalo ambiente Spa.

L’Opi (Ordine delle professioni infermieristiche) si associa al dolore della famiglia per la prematura scomparsa del giovane professionista che da pochi anni aveva scelto di prendersi cura dei pazienti in "Adi": assistenza domiciliare integrata. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

  • "Quanto dolore, passa un'ambulanza ogni sei minuti e tanti amici hanno il Covid-19": l'agrigentina Giusy in "trincea" a Bergamo

  • Morì nella sua abitazione, il tampone Covid-19 è risultato "positivo"

  • Caso di Covid-19 anche a Porto Empedocle: contagiato il marito del sindaco

  • Arriva la conferma: il tampone Covid-19 è positivo, contagiato secondo agente della Penitenziaria

  • Covid-19, piccolo ma costante aumento di contagi: l'Agrigentino è arrivato a 57 tamponi positivi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento