menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

"Rapinarono un'anziana introducendosi in casa sua": condannati due trentenni

I due, che agirono a volto coperto, si fecero consegnare tutto con la minaccia di una pistola a tamburo. Prescritte le accuse per altri soggetti coinvolti nella vicenda

Si erano introdotti nell'abitazione di una donna, e, con il volto coperto e usando una pistola a tamburo, l'hanno costretta a consegnare dei gioieli e dei soldi in contanti. Per questo due favaresi, Amedeo e Gianluca Stagno, entrambi trentenni, sono stati condannati dal tribunale di Agrigento, presieduto dal giudice Alfonso Malato, a 4 anni e mezzo ciascuno. I fatti contestati risalgono al 2009.

"Rapinarono un'anziana", accusato il nipote: "Minacciati con una pistola"

I due, difesi dagli avvocati Fabio Inglima Modica e Daniele Re, appunto, sono accusati di essersi introdotti nell'anbitazione di una donna a Favara, fruttando una finestra lasciata appositamente aperta, impossessandosi di gioielli in oro e argento e alcune decine di euro in contanti. 

I due, che agirono a volto coperto, si fecero consegnare tutto con la minaccia di una pistola a tamburo. Prescritte le accuse per altri soggetti coinvolti nella vicenda.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento