menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il prefetto Cocciufa

Il prefetto Cocciufa

Comuni in zona rossa, potenziata la vigilanza: no spostamenti arbitrari

Il prefetto ha presieduto appositi comitati provinciali per l'ordine e la sicurezza pubblica per pianificare i controlli - coinvolgendo anche le associazioni di volontariato - su Raffadali, Palma di Montechiaro e Sciacca

Non si entra e non si esce dai tre Comuni che, nell'Agrigentino, sono in "zona rossa". Il prefetto di Agrigento, Maria Rita Cocciufa, continua a presiedere comitati per l'ordine e la sicurezza pubblica per pianificare, assieme ai sindaci e alle forze dell'ordine, i servizi di vigilanza. E' stato così, negli ultimi giorni, per Raffadali, Palma di Montechiaro e stamani per Sciacca. 

Il prefetto ha chiesto un impegno straordinario alle polizie locali ed è stato altresì concordato l’impiego di personale delle numerose associazioni di volontariato alcune anche di ex appartenenti alle forze di polizia da impiegare in servizi di supporto e collaborazione, oltre che di “orientamento” della popolazione.

Covid, nuova stretta del governo sugli spostamenti: controlli rafforzati e multe nei giorni prima di Pasqua  

"Trattandosi di una fase particolarmente delicata della pandemia e auspicando una sollecita riattivazione a pieno ritmo della campagna vaccinale, occorre, ora più che mai, - ha detto il prefetto di Agrigento - tenere comportamenti rigorosamente improntati ad un puntuale rispetto delle regole". Cocciufa ha raccomandato ai due sindaci dei due nuovi Comuni in “zona rossa” di intensificare la comunicazione ai cittadini perché le ulteriori limitazioni vengano percepite come misure necessarie per invertire la curva dei contagi.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento