Nessun quorum raggiunto, Cammarata e San Giovanni Gemini rimangono divisi

Si è raggiunto circa il 25% degli aventi diritto in totale, quindi ben lontano dalla soglia necessaria per rendere valida la consultazione

Nessun "super comune" di Cammarata Gemini. A San Giovanni Gemini e Cammarata non è stato raggiunto il quorum del 51% necessario per rendere valido il referendum. Alla fine i dati registrati sono stati rispettivamente del 26,82 e del 22,08% per una percentuale finale intorno al 25/26%. L'astensione si è rivelata alla fine il miglior alleato del fronte del "No", che in queste settimane ha davvero dato "battaglia" elettorale ai sostenitori del "Sì" che erano poi anche i proponenti del referendum e che oggi parlano di "occasione persa".

Festeggiano invece già i contrari al referendum, ritenendo che il risultato raggiunto abbia un doppio valore: aver preservato la storia e la tradizione dei due centri e aver evitato anche conseguenze amministrative ed economiche per i cittadini. Su fronti contrapposti erano anche gli stessi sindaci dei due centri, Giambrone e Panepinto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Covid-19, il virus torna a tenere sotto scacco Canicattì: un morto e 35 nuovi positivi

  • Scoperto stabilimento dolciario abusivo, sequestrati generi alimentari scaduti e mal conservati: un arresto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento