rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

"Era impossibile evitare il pedone", consulente della difesa scagiona medico

L'ingegnere Nicolò Vassallo è stato ascoltato al processo, per omicidio stradale, nei confronti del cardiologo Salvatore Geraci che investì e uccise un uomo mentre correva in ospedale per soccorrere un paziente

“L’auto procedeva a una velocità entro il limite previsto dal codice della strada e in quelle condizioni non c’era alcuna possibilità di evitare l’ostacolo ed eseguire una manovra di emergenza”. L’ingegnere Nicolò Vassallo, consulente della difesa la cui audizione è stata ammessa come condizione al giudizio abbreviato, scagiona – dal suo punto di vista - il cardiologo Salvatore Geraci, 36 anni, accusato di omicidio stradale.

Chiamato di notte per soccorrere paziente investe e uccide pedone, medico sceglie l'abbreviato

La vittima è un quarantacinquenne tunisino, investito dall’auto del medico che era stato chiamato di notte per soccorrere un paziente infartuato. L'incidente è avvenuto all'alba del 2 agosto del 2017. L’impatto è avvenuto nella strada statale 189. I suoi difensori, gli avvocati Alfonso Neri e Salvatore Pennica, hanno chiesto, come “condizione” al giudizio abbreviato di produrre la consulenza di Vassallo e una relazione farmacologica sulla vittima – eseguita da Filippo Drago, direttore del Dipartimento Biometec di Catania e professore ordinario di Farmacologia – che possa confermare l’eventuale presenza di patologie pregresse della vittima. Il gup Luisa Turco ha ammesso le due prove. La Procura contesta a Geraci di avere superato il limite di velocità di 20 chilometri orari provocando l'impatto col pedone che è rimasto ucciso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Era impossibile evitare il pedone", consulente della difesa scagiona medico

AgrigentoNotizie è in caricamento