rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024

Profughi ucraini in fuga, il prefetto Cocciufa: "Non prevediamo un grande flusso, arriverà chi ha familiari o contatti in provincia"

Per quanti volessero accogliere le persone che scappano dalla guerra non sono attualmente previsti dei contributi economici. L'autorità di Governo: "Per quanti giungono abbiamo l'esigenza di conoscere la situazione sanitaria"

Anche la Prefettura di Agrigento ha attivato, dopo aver ricevuto le indicazioni ministeriali, la macchina burocratica per la gestione dell'accoglienza dei profughi ucranini in fuga dalla guerra.

“In provincia di Agrigento – specifica ai microfoni di AgrigentoNotizie il prefetto Maria Rita Cocciufa, i cittadini ucraini residenti sono settanta, quindi non abbiamo presenze elevate. Nella maggior parte dei casi, - aggiunge il prefetto – ritengo che arriveranno nuclei familiari che troveranno ospitalità da parenti o da conoscenti, dobbiamo comunque essere pronti all'eventuale arrivo di gruppi più organizzati. Per tutti quelli che arriveranno, noi dovremmo raccogliere informazioni sulla loro collocazione e sul loro stato di salute per le relative comunicazioni a Questura e Asp rispettivamente per i permessi di soggiorno e per lo screening sanitario con tamponi e vaccini per i profughi. Ho chiesto ai sindaci – continua il prefetto Cocciufa – di comunicare le eventuali disponibilità di immobili da adibire all'accoglienza, i Comuni potranno anche di ampliare i rapporti contrattuali con le cooperative che gestiscono i centri del sistema di accoglienza e integrazione dei migranti”.

Al momento, hanno precisato le autorità, non sono previsti rimborsi economici per quanti, siano essi privati cittadini o enti pubblici, che decidono di ospitare i profughi provenienti dall'Ucraina.

Sogna di fare l'ambasciatrice e compie un gesto di pace, Carla noleggia pullman per portare in salvo 50 ucraini

Video popolari

Profughi ucraini in fuga, il prefetto Cocciufa: "Non prevediamo un grande flusso, arriverà chi ha familiari o contatti in provincia"

AgrigentoNotizie è in caricamento