menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno scorcio di Montallegro, nel riquadro Paolo Stagno

Uno scorcio di Montallegro, nel riquadro Paolo Stagno

Morto durante una battuta di caccia, Montallegro piange il suo "gigante buono"

Paolo Stagno era molto conosciuto in città, l'uomo di 51 anni lascia una moglie e tre figli

Montallegro piange Paolo Stagno. Il 51enne rimasto vittima durante una battuta di caccia, ha lasciato moglie con la quale era legato da 25 anni e tre giovani figli.  L’operaio della forestale, ha perso la vita ieri, l’uomo sarebbe stato raggiunto, presumibilmente in modo accidentale, da colpi d’arma da fuoco.

La tragedia è accaduta a Burgio. Sul caso, indagano i carabinieri di Ribera, niente è stato lasciato al caso. Montallegro è sotto choc, la comunità piange il 51enne.

Appassionato di caccia, ma anche di pesca, Paolo Stagno era molto conosciuto in città. In tanti hanno deciso di lasciare un ultimo saluto al 51enne. “Ancora un incidente investe il mondo venatorio siciliano. Condoglianze alla famiglia – scrive un cittadino – spero venga fatta chiarezza”.

Montallegro abbraccia la famiglia Stagno: “Era una persona perbene, educato e gentile”. A scrivere un messaggio all’uomo, anche un parente: “Non si può morire così, riposa in pace gigante buono”. Sul caso c’è massimo riserbo, indagano i carabinieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento