menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco Pasquale Amato

Il sindaco Pasquale Amato

Frana in via IV novembre, il sindaco chiude l'asilo nido comunale

Pasquale Amato ha adottato il provvedimento sulla scorta di una segnalazione del responsabile della Protezione Civile. E' atteso il sopralluogo di tecnici e funzionari del Genio Civile di Agrigento

Il sindaco di Palma di Montechiaro, Pasquale Amato, ha disposto la chiusura provvisoria dell’asilo nido comunale che si trova in prossimità della via IV novembre, dove negli ultimi giorni si sono registrati dei movimenti, provocati da cedimenti fondali, che hanno provocato delle lesioni in alcune abitazioni della zona.

“L'asilo nido, che sorge nelle vicinanze, non sembra essere interessato direttamente dai dissesti in corso, a meno della parte di recinto est, che più si avvicina all'epicentro del dissesto. La delicatezza della situazione – rileva il sindaco Amato - e la necessità di assicurare l'utenza della struttura (bambini e personale), hanno suggerito al responsabile del servizio di Protezione Civile di proporre al sindaco l'ordinanza di sgombero in via provvisoria e, comunque, fino al sopralluogo del personale specializzato dell'Ufficio provinciale del Genio Civile di Agrigento. Potrebbe essere autorizzato – aggiunge il sindaco - l'uso della struttura, nella misura in cui l'immobile ricada all'esterno del corpo di frana. Non va dimenticato al riguardo che, se possibile, tale situazione sarebbe auspicabile, atteso che l'arredo e i servizi sono calibrati a misura dei piccoli utenti, e gli imminenti lavori all'asilo nido ex commissariato del Villaggio Giordano dovrebbero consentire nel breve periodo di offrire all'utenza una struttura autenticamente dedicata all'asilo”.

“Se – conclude Amato - invece le condizioni che saranno riscontrate non dovessero incoraggiare questa ipotesi, allora vedremo di destinare a struttura/parcheggio alcuni locali della scuola Carnara, per la quale lunedì mattina chiederemo l'autorizzazione all'ex Provincia, che ne dispone dell'uso per precedenti protocolli”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento