menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento dell'incontro

Un momento dell'incontro

Cresce il gruppo "Unicità del golfo di Gela": entra anche Palma di Montechiaro

La rete passa da quattro a nove Comuni. Oltre al paese agrigentino arrivano anche Butera, Acate, Santa Croce Camerina e Vittoria

Passa da quattro a nove Comuni il Gruppo d’Azione Costiera “Unicità del Golfo di Gela”. Oltre a Lampedusa, Licata, Butera e Gela, quest’ultimo capofila del Gac-Flag, entrano a far parte Palma di Montechiaro, Butera, Acate, Santa Croce Camerina, Vittoria.

“In tutto – ha spiegato il sindaco di Gela e presidente del Gac, Domenico Messinese -, il territorio mette assieme oltre 250mila abitanti, quasi 200 barche presenti e più di 150 chilometri di costa: requisiti che ci rendono ancora più competitivi per beneficiare delle risorse europee disponibili. A Gela così si lavora all’elaborazione di un piano di sviluppo e parallelamente, sul versante infrastrutturale, la prossima settimana sottoscriveremo l’accordo per il progetto del porto rifugio, sbloccando finalmente i relativi oneri di compensazione”.

Intanto sono partiti proprio dal Comune di Gela gli incontri con i progettisti del piano di sviluppo locale legato alla pesca, a valere sulle risorse del nuovo programma operativo 2014/2020. Il Gac ha programmato una serie d’incontri con i soggetti istituzionali e gli operatori del settore della pesca al fine di condividere informazioni, istanze e aspettative con gli attori locali e con i soggetti istituzionali coinvolti.

Agli incontri nei vari Comuni saranno presenti i progettisti impegnati nella definizione del Piano di Azione Locale e i rappresentanti del Gac per l’attuazione di una strategia di sviluppo locale partecipativo a valere sul Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP) 2014-2020. L'obiettivo è quello elaborare una strategia di sviluppo locale, attraverso il coinvolgimento e la partecipazione attiva di partenariati locali, l’integrazione multisettoriale degli interventi e la messa in rete di attori locali al fine di una candidatura per il periodo di programmazione 2014-2020.

“Tra i temi oggetto del confronto – ha dichiarato l’assessore comunale allo Sviluppo Economico Simone Siciliano - emerge la volontà di rafforzare le attrezzatture al servizio dei pescatori, sia per facilitare le operazioni di sbarco che per i servizi a rete, oltre che a interventi di riqualificazione urbana, illuminazione e videosorveglianza, sostenendo complessivamente una strategia che punti a rafforzare il contesto infrastrutturale, e nello stesso tempo rilanciare il settore attraverso interventi di promozione e valorizzazione del pescato”.

Domani mattina, sabato 24 settembre, alle ore 11,30, nella Pinacoteca Comunale di Gela i rappresentanti del Gac incontreranno le associazioni dei pescatori gelesi, Federcopesca, Cogepa e gli operatori interessati per confrontarsi e condividere le strategie e gli interventi da inserire all’interno del piano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento