"Ha ucciso l'agricoltore", fermo convalidato: resta in carcere l'84enne

Lo ha deciso il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Sciacca, Alberto Davico, che ha accolto la richiesta avanzata dal sostituto procuratore Roberta Griffo

Gioacchino Di Liberto

Convalida del fermo e custodia cautelare in carcere per Gioacchino Di Liberto, 84 anni, di Alessandria della Rocca, accusato di avere ucciso Liborio Plazza, di 72 anni, anch’egli di Alessandria. Così ha deciso, ieri, il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Sciacca, Alberto Davico, che ha accolto la richiesta avanzata dal sostituto procuratore Roberta Griffo, che ha coordinato le indagini condotte dai carabinieri della compagnia di Cammarata e da quelli del nucleo Investigativo di Agrigento.

Freddato un agricoltore di 72 anni 

L’udienza di convalida si è svolta ieri mattina, nel carcere di Sciacca, e Di Liberto si è avvalso della facoltà di non rispondere. E’ difeso dall’avvocato Paolo Imbornone.

L'ottantaquattreenne fermato confessa l'omicidio

L’omicidio è avvenuto, mercoledì mattina, in contrada Chimmesi, nelle campagne di Alessandria della Rocca. Durante la notte fra mercoledì e giovedì, i carabinieri hanno poi fermato – in quanto indiziato di delitto – l’ottantaquattrenne. I carabinieri della compagnia di Cammarata e quelli del nucleo Investigativo di Agrigento, con il coordinamento del procuratore di Sciacca Roberta Bruzzolani e del sostituto Roberta Griffo, in neanche 12 ore sono, dunque, riusciti a risolvere, nonostante la complessità, il caso di omicidio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • "Hanno incassato 80 mila euro su un prestito di 25, ma ancora volevano soldi": fermati due fratelli

  • Maxi truffa all'Inail, sequestro da 130mila euro nei confronto di un oleificio

  • Alberi e detriti per strada, il sindaco: "Non uscite da casa se non necessario"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento