Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca Via Gela

Licata, agricoltore sfregiato al volto con una bottiglia rotta: due arresti

L'aggressione in un negozio nella centrale via Gela. Sotto accusa due disoccupati licatesi. Alla base del gesto rancori personali

Un agricoltore è stato gravemente ferito nel corso di un’aggressione a Licata, domenica scorsa. Due persone sono state arrestate perché accusate di aver sfregiato il volto dell’uomo con una bottiglia rotta, all’interno di un negozio nella centrale via Gela. Si tratta di Angelo Antona, 30 anni, pregiudicato, e Antonio Casaccio, 22 anni, entrambi licatesi e disoccupati. Alla base dell’aggressione ci sarebbero rancori personali.

Ieri sera i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Licata, in seguito ad una rapida e mirata attività investigativa svolta senza soluzione di continuità, hanno rintracciato e bloccato i due disoccupati licatesi nei pressi di una loro abitazione. I fermati, espletate le formalità di rito, sono stati condotti nelle rispettive abitazioni, in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida, su disposizione dall’autorità giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licata, agricoltore sfregiato al volto con una bottiglia rotta: due arresti

AgrigentoNotizie è in caricamento