menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'assessore Franco Micciché

L'assessore Franco Micciché

In arrivo ad Agrigento un rifugio canino

Padre dell'iniziativa è l'assessore comunale Franco Micciché. Si troverà in contrada Consolida. Nell'area sono stati posizionati due container. Uno servirà per allestire la sala operatoria, l'altro per un ambulatorio e gli uffici

La città di Agrigento avrà il suo rifugio canino con tanto di sala operatoria e prefabbricati per il ricovero dei cani. La notizia arriva a pochi giorni dalla triste vicenda dell’avvelenamento dei cani randagi che vivevano ormai da anni lungo la via sacra della Valle dei templi di Agrigento, anche se la progettazione e i lavori sono iniziati già da almeno sei mesi. Padre dell’iniziativa è l’assessore comunale Franco Micciché, che questa settimana ha anche partecipato alla fiaccolata contro l’avvelenamento dei cani. 

Il rifugio si troverà in contrada Consolida, ad Agrigento: dopo le pratiche per l'esproprio del terreno e dopo l’accatastamento, nell’area sono stati posizionati due container. Uno servirà per allestire la sala operatoria, l’altro per un ambulatorio e gli uffici. In più, sempre nell’area del rifugio, ci saranno alcuni prefabbricati che fungeranno da degenza per i cani ricoverati. A questo si aggiungeranno oltre 50 alberi che serviranno a creare una siepe cinta, ma anche una zona d’ombra per i cani. 

Adesso si attenderebbe soltanto l’attivazione della linea elettrica (servirà un traliccio dedicato) e poi il taglio del nastro. Il rifugio canino della città di Agrigento potrebbe aprire i battenti già subito dopo le festività pasquali. Da quel momento partirà una campagna di sensibilizzazione per la sterilizzazione dei cani e la campagna di cattura e sterilizzazione dei randagi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento