Spari nella notte terrorizzano i lampedusani, arrestato cacciatore con fucile irregolare

Il cinquantasettenne, posto ai domiciliari, è stato indagato per porto abusivo di armi

Il fucile sequestrato dai carabinieri

Quei colpi di fucile, sentiti nel cuore della notte, hanno terrorizzato gli abitanti di contrada Terranova a Lampedusa. Qualcuno ha anche pensato al peggio. L'Sos è, immediatamente, arrivato alla stazione dei carabinieri dell'isola e la pattuglia, già in zona, s'è precipitata. Non ci hanno messo molto i militari dell'Arma a scovare un'ombra sospetta. In un terreno recintato, i carabineri hanno visto un uomo, con un fucile in mano. che stava tornando verso la strada. E' stato fermato e controllato. Il lampedusano di 57 anni - hanno scoperto gli investigatori - era andato a caccia, in cerca di selvaggina, nonostante il porto d’armi scaduto e con un fucile privo dei contrassegni di riconoscimento.

Il lampedusano è stato, naturalmente, subito arrestato. L'ipotesi di reato contestata è porto abusivo di armi. Su disposizione del sostituto procuratore di turno, il 57enne è stato posto ai domiciliari. Sequestrato il fucile e le diverse munizioni di cui era in possesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Scoperto stabilimento dolciario abusivo, sequestrati generi alimentari scaduti e mal conservati: un arresto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento