menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La stele che ricorda l'omicidio del giudice Livatino

La stele che ricorda l'omicidio del giudice Livatino

Intitolato a Rosario Livatino il cavalcavia della statale 640

La cerimonia, alla presenza del prefetto Nicola Diomede, avrà luogo domani, giorno del ventiseiesimo anniversario dell'omicidio del giudice di Canicattì

E’ stato intitolato a Rosario Livatino il cavalcavia realizzato sulla statale 640, Agrigento - Caltanissetta, dove sono in corso i lavori di raddoppio.

Domani, in occasione dell’anniversario numero 26 dell’uccisione del giudice di Canicattì, ci sarà l’omaggio floreale alla stele elevata dai genitori del magistrato, ed a seguire l’intitolazione del cavalcavia. 
I lavori di raddoppio hanno consentito la realizzazione di un nuovo tracciato della statale, perciò l’arteria sulla quale sorge la stele, ora è una complanare. Quindi, per scongiurare che il luogo dell’omicidio del “giudice ragazzino” venisse dimenticato, l’Anas ha deciso l’intitolazione della strada. Alla cerimonia parteciperanno dirigenti dell’Anas ed il prefetto di Agrigento, Nicola Diomede. E’ stato deciso, inoltre, di organizzare un concorso di idee per rendere più accogliente il sito che ospita la stele a Rosario Livatino.
Intanto il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, ha detto che "a 26 anni dalla sua scomparsa, ricordiamo il giudice Rosario #Livatino, servitore dello stato, "martire della giustizia e indirettamente della fede", come lo definì Papa Giovanni Paolo II. Lo ricordiamo per il fortissimo senso del dovere e della legalità che lo ha contraddistinto nel lavoro e nella vita privata, per il suo esempio di coraggio, rigore, indipendenza e impegno, che lo rende simbolo di una #Sicilia che non si rassegna".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento