rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Incidenti stradali Montevago

"Emorragia e perforazione intestinale non diagnosticate", il gip fa chiarezza con una nuova perizia

Due medici del San Giovanni di Dio sono indagati per la morte di Leonardo Saladino finito in ospedale dopo un incidente stradale. Le consulenze di parte arrivano a conclusioni opposte

"Nel fascicolo vi sono delle consulenze di parte che giungono a conclusioni opposte, per questo è necessario accertare i fatti con una perizia collegiale": il gip Francesco Provenzano, come chiesto dalla procura, dispone nuovi accertamenti per fare luce su eventuali responsabilità che avrebbero provocato la morte dell'insegnante di 56 anni Leonardo Saladino, di Montevago, avvenuta il 23 novembre del 2019, poco più di un mese dopo l'incidente stradale in cui era stato coinvolto.

Nell'indagine, al momento, sono indagati, con l'ipotesi di reato di omicidio colposo, un chirurgo e un aiuto chirurgo dell'ospedale San Giovanni di Dio. L'ipotesi della procura è che, nonostante la tac evidenziasse dei segnali in tal senso, avrebbero omesso di diagnosticare un'emorragia e una perforazione intestinale ritardando l'intervento fino alla mattina successiva.

Saladino, il 17 ottobre, in sella alla sua moto, si era schiantato contro un camion sulla statale Palermo-Sciacca. Dopo l'incidente era stato trasportato in ospedale. In seguito alle denunce dei familiari (assistiti dagli avvocati Leonardo Marino e Giovanni Vaccaro) è stata aperta un'indagine.

Le consulenze di procura e difensori (gli avvocati Giusi Katiuscia Amato, Ettore Barcellona e Zelia Dionisio), tuttavia, arrivano a conclusioni opposte. Il gip Francesco Provenzano ha, quindi, deciso di approfondire i fatti nominando due periti ovvero tecnici di nomina del giudice e non delle parti. Si tratta del medico legale Antonio Guajana e del chirurgo Francesco Serraino. 

L'incarico, il 24 marzo, sarà conferito nel corso dell'incidente probatorio. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Emorragia e perforazione intestinale non diagnosticate", il gip fa chiarezza con una nuova perizia

AgrigentoNotizie è in caricamento