"Trasportavano 20 quintali di legna rubata in un bosco": due arresti

Il giudice ha già convalidato ed ha disposto, per entrambi gli indagati, i domiciliari. Sono in corso, a quanto pare, ulteriori accertamenti e controlli proprio sul Fiat Ducato cassonato

Sono stati sorpresi su un furgone che – secondo l’accusa – trasportava 20 quintali di legna rubata. Due uomini di San Biagio Platani, Alfonso Savarino di 48 anni e Domenico Giarra di 24 anni, sono stati arrestati dai carabinieri. Militari dell’Arma che gli hanno contestato l’ipotesi di reato di furto aggravato. Quei venti quintali di legna sarebbero risultati essere, stando sempre all’accusa, di provenienza furtiva. I carabinieri delle stazioni di Cianciana e di Bivona, tutti coordinati dal comando compagnia di Cammarata, avrebbero infatti accertato che tutta quella legna proveniva dal bosco demaniale in località Monte Cavallo. Il doppio arresto è stato fatto lo scorso 31 dicembre, ma la notizia è stata resa nota soltanto ieri dal comando provinciale dell’Arma di Agrigento. Il giudice ha già convalidato ed ha disposto, per entrambi gli indagati, i domiciliari.

I carabinieri stavano facendo un ordinario controllo del territorio, verifiche di fatto aumentate visto i giorni di festività, quando hanno fermato un Fiat Ducato cassonato. I controlli dei militari dell’Arma si sono estesi anche sul furgone che sarebbe risultato avere – stando sempre alla ricostruzione ufficiale dei carabinieri del comando provinciale di Agrigento – i numeri del telaio abrasi. Per i due uomini di San Biagio Platani è dunque scattato l’arresto per l’ipotesi di reato di furto aggravato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono in corso, a quanto pare, ulteriori accertamenti e controlli proprio sul Fiat Ducato cassonato. Fitto, a tal riguardo, è il riserbo investigativo dei militari dell’Arma del comando provinciale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento