rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca Favara

Maxi giro di spaccio sull'asse Favara-Canicattì, in 14 davanti al gup

L'inchiesta "Casuzza" approda in aula per l'udienza preliminare: della presunta banda avrebbero fatto parte anche quattro donne

L'inchiesta antidroga "Casuzze", che ha disarticolato un giro di spaccio che sarebbe stato messo in piedi fra Favara e Canicattì, approda in aula per l'udienza preliminare.

I pm Gloria Andreoli e Sara Varazi hanno chiesto il rinvio a giudizio di quattordici indagati: il procedimento, davanti al gup Francesco Provenzano, si è aperto ed è stato subito rinviato al 20 gennaio per alcuni difetti di notifica.

La richiesta di approfondimento dibattimentale è stata proposta nei confronti di: Michele Bongiorno, 30 anni; Alisea D’Ippolito, 20 anni; Vanessa Fallea, 29 anni; Gabriele Gramaglia, 25 anni; Alexsandru Adonis Hoamea, 29 anni; Giovanni Lombardo, 27 anni; Bah Ousmane, 21 anni; Carmelo Papia, 34 anni; Floriana Pia Pullara, 21 anni; Cristina Schembri, 24 anni; Antonio Sciortino, 45 anni; Calogero Sorce, 28 anni; Angelo Stagno, 28 anni e Domenico Stagno, 21 anni. Sono 70 gli episodi di cessione di droga contestati.

I difensori (il collegio è composto, fra gli altri, dagli avvocati Salvatore Cusumano, Giuseppe Barba, Ninni Giardina, Graziella Vella, Alba Raguccia, Calogero Vetro, Giovanni Augello, Salvatore Virgone e Angelo Balsamo) potrà chiedere riti alternativi come il giudizio abbreviato o il patteggiamento.

In caso contrario sarà il giudice a pronunciarsi sulla richiesta di rinvio a giudizio. Quattro donne sono state ritenute organiche alla presunta banda che operava prevalentemente su Favara, spacciando nei pressi di luoghi ritenuti "sensibili" come una caserma. Lo smercio, in prevalenza, riguardava l'hashish ma non solo: l'indagine ha consentito di accertare numerosi episodi di spaccio di marijuana e cocaina. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi giro di spaccio sull'asse Favara-Canicattì, in 14 davanti al gup

AgrigentoNotizie è in caricamento