Eraclea Minoa, la Regione rassicura: "Tempi certi per il recupero della spiaggia"

Il progetto, che è stato redatto dagli uffici del commissario di governo, coordinati da Maurizio Croce, pone un argine al processo di erosione del tratto di costa che va da Capo Bianco verso est, per circa 2 chilometri

E' stato reso pubblico il progetto per la valutazione di impatto ambientale relativo al pieno recupero della spiaggia e del bosco di Eraclea Minoa, patrimonio dell’Unesco. Ne dà notizia il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, in qualità di commissario di governo contro il dissesto idrogeologico nell’Isola. "Procediamo, nei tempi indicati, al ripascimento della spiaggia agrigentina– commenta il governatore – come da impegno preso ufficialmente lo scorso 15 maggio. La tutela dell’ambiente e delle coste é per noi prioritaria".

Tratto di costa troppo pericoloso: inibito il tratto di mare antistante

La decisione di finanziare il progetto era stata adottata dal governo nella seduta straordinaria tenutasi ad Agrigento in occasione del 72° anniversario dello Statuto siciliano. Oggi si compie un altro passaggio importante: entro 90 giorni l’assessorato al Territorio e ambiente, guidato da Toto Cordaro, completata l’acquisizione dei documenti e la fase istruttoria, rilascerà la valutazione di impatto ambientale. Completata l’acquisizione dei documenti istruttori, il dipartimento Ambiente renderà procedibile il progetto e nei successivi trenta giorni si procederà con l’indizione della gara d’appalto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’opera servirà a preservare la spiaggia dal fenomeno dell’erosione. Il ripascimento artificiale del litorale in erosione della frazione marina di Eraclea Minoa ricade nei comuni agrigentini di Cattolica Eraclea e, in parte in quello di Montallegro. Il progetto, che è stato redatto dagli uffici del commissario di governo, coordinati da Maurizio Croce, pone un argine al processo di erosione del tratto di costa che va da Capo Bianco verso est, per circa 2 chilometri. Negli ultimi anni la linea di costa é infatti arretrata di oltre centoventi metri, a danno del bosco adiacente la riva e compromettendo la funzionalità delle strutture turistico-ricettive presenti. Nell’intervento verranno privilegiate tipologie di opere non invasive dal punto di vista paesaggistico e ambientale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in viale Emporium, auto contro scooter: quattro feriti e un morto

  • Accusa un malore e si accascia, tragedia in città: muore un 35enne

  • Giovane torna da Malta e risulta positivo al Covid, emigrato sabettese ricoverato a Malattie infettive

  • Temporali in arrivo, diramata una nuova allerta meteo "gialla"

  • Coronavirus, l'incubo non è finito: donna positiva al tampone

  • Disoccupato 37enne si toglie la vita, i carabinieri avviano le indagini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento