rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Cronaca

Edilizia scolastica provinciale, intervento di Di Benedetto

Il deputato regionale del Pd chiederà al presidente della Regione quali sono gli interventi...

Intervento del deputato regionale del Pd, Giacomo Di Benedetto, sulle condizioni degli istituti scolastici della provincia di Agrigento.

"I recenti studi realizzati dal consiglio nazionale dei geologi rispetto allo stato dell’edilizia scolastica in Italia - ha dichiarato - mettono in evidenza una situazione strutturale più che preoccupante, il 46 percento delle strutture scolastiche è stato costruito tra gli anni '60 ed i primi anni novanta il che comporta una quasi totale mancanza di adeguamento e delle certificazioni necessarie per garantire quei criteri di sicurezza indispensabili per chi vive quotidianamente questi edifici. Tali ricerche poi sono ancora più preoccupanti, se si prende in considerazione in maniera specifica il dato riferito alle strutture scolastiche della Sicilia, il 90 percento degli edifici scolastici  ricadenti sul territorio regionale, infatti, non ha superato i test antisismici, inoltre si registra una totale mancanza delle certificazioni  per quanto concerne l’agibilità e l’idoneità statica, ovvero quel certificato tecnico che comprova lo stato di salute dei pilastri, delle travi  e delle parti strutturali di un edificio. Aule degradate e sovraffollate, bagni sempre più sporchi, palestre poco sicure. Queste sono le caratteristiche della stragrande maggioranza degli Istituti scolastici della Provincia di Agrigento, I distacchi di intonaco (nel 18 percento delle classi), le finestre rotte (23 percento), l'assenza di tapparelle o persiane (56 percento), i pavimenti sconnessi (21 percento), banchi e sedie rotte (rispettivamente nel 13 percento e nel 18 percento dei casi), la presenza di barriere architettoniche (9%), sono tra i principali elementi di pericolo. La Sicilia e la provincia di Agrigento quindi, faticano ancora a mettere in campo azioni concrete che permettano di affrontare il problema dell'edilizia scolastica. A tal proposito si chiede al presidente della regione come si intendono utilizzare i 35,5 milioni di euro stanziati all’interno dei fondi Fas e approvati  dal cipe per il finanziamento del fondo straordinario dell’edilizia scolastica. Vale la pena ricordare che tali fondi per volontà del Governo Nazionale di centro destra sono stati decurtati nel Maggio del 2010 di ben 40 milioni di euro, infatti la quota per la Regione Siciliana ammontava complessivamente a 74,4 milioni di euro e si è ridotta appunto a 35,5 milioni di euro. Nei prossimi giorni, inoltre - ha concluso Di Benedetto - chiederemo al presidente della Regione quali siano i progetti previsti finanziati e ricadenti nel territorio della provincia di Agrigento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edilizia scolastica provinciale, intervento di Di Benedetto

AgrigentoNotizie è in caricamento