menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Urlò durante la messa domenicale", 55enne assolto per vizio di mente

Alla sentenza si è arrivati alla fine del giudizio abbreviato, condizionato a perizia psichiatrica

Urlò, turbando, la messa domenicale in parrocchia a Lampedusa. E urlò accusando una fedele, intenta a leggere la sacra scrittura, di non recitarla correttamente e d'aver danneggiato la porta di un supermercato dell'isola rendendola inutilizzabile. Adesso, il giudice monocratico Giuseppe Sciarrotta - accogliendo le istanze dell'avvocato Giuseppina Ganci - ha assolto, per vizio di mente, B. A., 55 anni di Venezia. Un uomo che, oggi, si trova ricoverato in una comunità di Cavarzere, nel Veneziano. Alla sentenza si è arrivati alla fine del giudizio abbreviato, condizionato a perizia psichiatrica. 

L'avvocato Ganci ha chiesto ed ottenuto che l'uomo, affetto da problemi di natura psichiatrica fosse giudicato in abbreviato con una perizia medico legale effettuata dallo psichiatra Leonardo Giordano che, una volta visitato l'uomo, ha accertato come, all'epoca dei fatti, fosse affetto da infermità mentale tale da escludere la sua capacità di intendere e di volere. L'uomo è stato considerato socialmente pericoloso in senso psichiatrico tanto che il giudice nel disporre la sua assoluzione ha disposto la misura di sicurezza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento