rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca

Derubricate accuse a Lombardo, D'Orsi: "Ha sempre il mio sostegno"

Il presidente della Provincia ha ricordato la sua azione di sostegno quando si presentò con una...

“Sono sicuro che il governatore della Sicilia Raffaele Lombardo dimostrerà, anche in questo caso, la sua estraneità ai fatti”. Lo ha detto questa mattina il presidente della Provincia regionale di Agrigento, Eugenio D'Orsi, avendo appreso la notizia che la Procura della Repubblica di Catania  ha derubricato le accuse contestate al governatore Raffaele Lombardo, e a suo fratello Angelo,  da concorso esterno in associazione mafiosa a reato elettorale.

"Già nel maggio del 2010, nel corso di una conferenza stampa – ha continuato il presidente della Provincia - ho sostenuto con forza l'estraneità ai fatti contestati al Governatore della Sicilia. In quella circostanza, indossai una maglietta con la scritta 'Se Lombardo è mafioso lo sono anch'io'. In tanti mi hanno criticato. Ma, pur nutrendo, incondizionatamente, piena fiducia nella Magistratura e nelle istituzioni, sapevo bene che assumevo, con forza, una posizione di difesa ferma e decisa nei confronti di un uomo serio, leale ed onesto che ha fatto della politica, non un mestiere, ma uno stile di vita, una missione, un servizio alla collettività amministrata per contribuire a cambiare la Sicilia ed i siciliani. Si conclude, così,  una vicenda  che vedeva tanti sciacalli  puntare sulla originaria ipotesi di accusa per raggiungere il risultato politico delle dimissioni del presidente della Regione siciliana Raffaele Lombardo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Derubricate accuse a Lombardo, D'Orsi: "Ha sempre il mio sostegno"

AgrigentoNotizie è in caricamento