Cronaca

Nuovi ordini di demolizioni a Palma di Montechiaro, le prime senza Amato

Fu proprio la giunta dell'ex primo cittadino, ad avviare l'abbattimento nel 2015. Lo somma stanziata, si aggirava intorno ai 20mila euro

Le ruspe in azione a Licata (foto archivio)

Nuovi ordini di demolizione a Palma di Montechiaro. Il via è arrivato nei giorni scorsi. Le ruspe, sono pronte ad entrare in azione, verranno demoliti gli immobili e le pertinenze realizzate senza concessione edilizia nel Comune simbolo dell’abusivismo siciliano. I carabinieri della stazione di Palma, coordinati dal comandante della compagnia di Licata Marco Currao, hanno notificato dieci ingiunzioni alle demolizioni, emesse dalla Corte d’Appello di Palermo per sentenze passate in giudicato.

LEGGI ANCHE: PASQUALE AMATO SI DIMETTE DA SINDACO DI PALMA

I proprierari degli immobili hanno 90 giorni di tempo per provvedere alle demolizioni. Nei precedenti 66 casi è emerso che nessuno degli ordini è stato osservato, con conseguente denuncia dei proprietari. L'attuale situazione non concede nessun ordine di proroga. Trascorsi i 90 giorni dalla notifica, la decisione spetterà al Provveditorato delle opere pubbliche della Sicilia che attiverà il Genio civile e l’esercito per le demolizioni.

Palma attualmente, non ha nessuna guida politica. Infatti, il sindaco Pasquale Amato, si è dimesso la scorsa settimana. Fu proprio la giunta di Amato ad avviare le demolizioni già nel 2015.

Lo somma stanziata si aggirava intorno ai 20mila euro, soldi utili ad abbattere una serie di immobili abusivi. A Palma sono oltre mille le case abusive acquisite al patrimonio del Comune e pronte per essere abbattute. Alcune case, però, potrebbero essere salvate, grazie ad un provvedimento dell'Ars. I cittadini possono ottenere il permesso in sanatoria a condizione che l'intervento risulti conforme alla disciplina urbanistica ed all'edilizia vigente al momento della presentazione della domanda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi ordini di demolizioni a Palma di Montechiaro, le prime senza Amato

AgrigentoNotizie è in caricamento