Cronaca

Debiti fuori bilancio, riconosciuti anche quelli dell'Enpa e clinica veterinaria

Il Consiglio ha stabilito la legittimità del dovuto - ben 159.915,80 euro - all’ente nazionale protezione animali

Non soltanto debiti fuori bilancio, per i quali il Consiglio ha riconosciuto la legittimità, derivanti da richieste e condanne per risarcimento danni, ma anche per servizi svolti – per conto del Comune – e non onorati. Fra le decine e decine di debiti fuori bilancio, gli ultimi in ordine di tempo, sui quali l’Assise si è pronunciata vi è anche quello nei confronti dell’ente nazionale protezione animali. E quello nei confronti di una clinica veterinaria.

Si cerca di tappare le "falle" del bilancio: chiesti 23 milioni di euro 

Nel primo caso, aula “Sollano” ha riconosciuto la legittimità del debito di ben 159.915,80 euro. L’Enpa ha effettuato, per conto del Municipio di Agrigento il servizio di mantenimento e cura dei randagi dal periodo che va dal primo gennaio 2015 al 31 dicembre dello stesso anno per un importo di 135.195,16 euro, oltre che dal 25 luglio al 6 settembre del 2013 e dal 27 novembre al 6 dicembre sempre del 2013, per un importo di 21.720,64 euro: arrivando così al totale di 159.915,80 euro. “E’ il riconoscimento di un servizio reso dall’Enpa che ha collaborato con il Comune  – ha spiegato ai consiglieri, durante la seduta dell’Assise, il presidente del Consiglio Daniela Catalano - . Sono per custodia, microchippatura. I revisori hanno chiesto chiarimenti e sono stati chiaramente dal dirigente e quindi hanno dato, successivamente, parere favorevole”. A confermarlo, sempre durante la seduta, il dirigente di palazzo dei Giganti Antonio Insalaco: “C’è il parere favorevole del Collegio dei revisori”.

"Botti" di Capodanno in Consiglio: approvati 60 debiti fuori bilancio 

Il consiglio comunale ha riconosciuto anche la legittimità del debito fuori bilancio di 6.242,40 euro per una ditta veterinaria per prestazioni e servizi veterinari, appunto, resi per conto del Comune fra il 2010 e il 2011.

Nell’ultima seduta sono stati ben 60, per un totale di oltre 300 mila euro, i debiti fuori bilancio riconosciuti. Fra questi, anche quello – da 2.598,90 euro – nei confronti della Catanzaro Costruzioni che ha effettuato, naturalmente, per conto del Municipio della città dei Templi il servizio di smaltimento dei rifiuti non pericolosi. “Credo che siano costi e penale per rifiuti non conformi, relativamente al periodo primo luglio 2015 e 31 luglio 2015” – ha spiegato, durante la seduta, il dirigente Antonio Insalaco - . “Probabilmente all’epoca nella discarica di Siculiana sono stati conferiti dei rifiuti speciali non pericolosi, non conformi, è a titolo di penale ci è stato imposto il pagamento” – ha aggiunto il presidente del Consiglio Daniela Catalano - . 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Debiti fuori bilancio, riconosciuti anche quelli dell'Enpa e clinica veterinaria

AgrigentoNotizie è in caricamento