menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fabrizio Di Paola

Fabrizio Di Paola

Sciacca, contributo economico per affidamento familiare: deliberati i criteri

Il sindaco Fabrizio Di Paola spiega: "Si tratta di un servizio sociale finanziato con fondi del bilancio comunale a favore di minori allontanati dalle famiglie e collocati per la quasi totalità presso strutture di accoglienza"

La Giunta del Comune di Sciacca ha deliberato oggi i criteri per l’erogazione del contributo economico per l’affidamento familiare. Lo hanno annunciato il sindaco Fabrizio Di Paola e l’assessore alle Politiche sociali Daniela Campione. 

"Si tratta – spiegano il sindaco Di Paola e l'assessore Campione – di un servizio sociale finanziato con fondi del bilancio comunale a favore di minori allontanati dalle famiglie e collocati per la quasi totalità presso strutture di accoglienza (Comunità alloggio e Casa famiglia). È un servizio in fase di sperimentazione, anche se il regolamento per l’istituzione e l’organizzazione delle attività previste è stato approvato nel 2001 con delibera del consiglio comunale. Oggi la Giunta ha approvato i criteri per la determinazione del contributo in base alla tipologia dell’affidamento: etero familiare e parenti entro il quarto grado, affidamento a tempo parziale. Istituiamo un servizio che crea un sostanziale cambiamento nell’ambito delle politiche sociali, promuovendo nuove modalità di accoglienza per i minori che già sono nelle strutture private dando loro la possibilità di vivere in una famiglia. Nel frattempo, si creano le condizioni per fare prevenzione come per esempio nel caso dell’affidamento a tempo parziale con il sostegno alle genitorialità fragili. Sono servizi che si aggiungono ad alcune azioni elaborate da questa Amministrazione e già collocate nel Piano di Zona come Comunità Solidale. Azioni che offrono una ampia rete di servizi alternativi ai ricoveri, che creano importanti economie". 

"Sono servizi – concludono il sindaco Di Paola e l’assessore Campione – che si qualificano in interventi e percorsi formativi che investono e coinvolgono la comunità. Il fatto che sia stato un contributo è perché crediamo nel successo di un servizio fondamentale per la vita dei minori a rischio, offrendo loro una nuova opportunità e una famiglia".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento