Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Covid alla "Garibaldi"? La preside: "Tutti negativi, i bambini rientrano regolarmente in classe"

Dopo la nota del movimento “Mani Libere” è intervenuto anche l'assessore regionale alla Pubblica istruzione Roberto Lagalla

 

Caso di positività alla scuola “Garibaldi" di Agrigento. Il dirigente scolastico Anna Gangarossa interviene, facendo chiarezza, dopo la segnalazione del movimento “Mani Libere”. 

Caso di positività al Covid alla "Garibaldi", Di Rosa: "Intervenga il sindaco"
Caso di positività al Covid alla "Garibaldi", Di Rosa: "Intervenga il sindaco"

 

Potrebbe interessarti: https://www.agrigentonotizie.it/politica/coronavirus-scuola-garibaldi-agrigento-di-rosa.html

“Gli alunni posti in quarantena fiduciaria fino al 15 febbraio sono stati sottoposti, in data odierna, al tampone rapido di fine isolamento effettuato dall'Asp e tutti sono risultati negativi - ha reso noto la preside Gangarossa - . Anche i docenti  della classe, già sottoposti al tampone rapido sono risultati negativi. Pertanto, da domani 16 febbraio – aggiunge il dirigente scolastico -  i bambini rientreranno regolarmente in classe. Si precisa, inoltre, che attualmente – continua la nota -  nessuna classe del plesso Garibaldi è posta in quarantena e che nessun nuovo caso di positività al Covid-19 è stato registrato in data odierna”. Secondo quanto riferito dalla dirigente scolastico, sulla circolare diramata dalla stessa circa la positività di un’alunna e le relative misure di isolamento conseguenti, ci sarebbe stato un refuso. Questo dunque avrebbe causato il disguido che aveva indotto il movimento civico guidato dall’ex consigliere comunale Giuseppe Di Rosa a chiedere - con tanto di nota stampa - l’intervento del sindaco di Agrigento. "Mani Libere" aveva anche posto l’accento su un potenziale pericolo dovuto alla presunta inosservanza delle misure di prevenzione del rischio contagio, pubblicando sulla pagina social del movimento, delle foto che secondo Di Rosa, immortalano gli alunni seduti spalla a spalla. 

Sul rispetto delle misure di prevenzione negli istuituti scolastici interviene anche l’assessore regionale all’Istruzione Roberto Lagalla che, raggiunto telefonicamente dalla redazione di AgrigentoNotizie afferma: "Ai presidi, dall’estate scorsa, sono state diramate le linee guida relative alle azioni sia di distanziamento sia di vestizione dei dispositivi di protezione individuale, che gli studenti possano essere tutti concentrati in un luogo e a meno di un metro di distanza, investe responsabilità precise di chi esercita nella scuola il servizio di direzione e di vigilanza”. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento