rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca

Tari, ancora una batosta per i contribuenti: Agrigento il capoluogo dove costa di più

Guardando ai dati degli anni passati, la Tari nel 2017 costava 478,13 per poi scendere a quota 469 euro nel 2019 e nel 2020

Se in tutta Italia si registrano aumenti per energia, materie prime e costi per il carburante, ad Agrigento si può "festeggiare" anche il primato della Tari più cara.

A dirlo è l'annuale studio della Uil, che ha analizzato i dati per il 2021 rispetto ad una famiglia composta da quattro componenti con una casa di 80 mq e ha rilevato che il costo maggiore tra tutti i capoluoghi si registra ad Agrigento con 488 euro medi l’anno a famiglia a fronte di un costo medio nazionale che è di "soli" 309 euro.

Andando a guardare i dati delle altre città, a Crotone si versano 476 euro; a Pisa 474 euro; a Siracusa e Benevento 472 euro; a Brindisi 466 euro; a Trapani 465 euro; a Reggio Calabria 461 euro; a Salerno 455 euro e a Messina 450 euro.

Guardando ai dati degli anni passati, la Tari nel 2017 costava ad Agrigento 478,13 per poi scendere a quota 469 euro nel 2019 e nel 2020 per poi salire a quota 488 euro nel 2021.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tari, ancora una batosta per i contribuenti: Agrigento il capoluogo dove costa di più

AgrigentoNotizie è in caricamento