rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Cronaca Cianciana

Emergenza Coronavirus, il sindaco di Cianciana: "Obbligatorio il tampone per chi arriva in paese"

La decisione, comprensiva della dovuta comunicazione della propria presenza all'ufficio Protezione civile, è stata presa dopo che si sono registrati due nuovi casi il cui ceppo proviene dal Belgio

"Visto l’ulteriore evolversi dell’emergenza epidemiologica, chiunque rientri nel nostro comune da altre regioni o dall’estero dovrà segnalare la propria presenza all'ufficio di Protezione civile. Il proprio ingresso in paese dovrà essere accompagnato da tampone anti Covid 19 o test molecolare negativo effettuato nelle 72 ore antecedenti l’arrivo. Chiunque dovesse esserne privo sarà messo in quarantena obbligatoria presso la propria abitazione e dovrà sottoporsi ai test presso l’azienda sanitaria locale di riferimento". Lo ha dichiarato il sindaco di Cianciana, Francesco Martorana.

Nel piccolo Comune dell'Agrigentino, oggi, si sono registrati due nuovi contagi. E il ceppo è proveniente dal Belgio. Ecco perché, dunque, il sindaco è arrivato alla scelta del tampone obbligatorio pre o post ingresso e alla comunicazione della presenza sul territorio di Cianciana. 

Coronavirus, 41 nuovi positivi nell'Agrigentino: ci sono anche insegnanti e studenti, è raffica di scuole chiuse
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza Coronavirus, il sindaco di Cianciana: "Obbligatorio il tampone per chi arriva in paese"

AgrigentoNotizie è in caricamento