Cronaca

Coronavirus, registrati 848 nuovi casi (80 nell'Agrigentino) e 12 morti: Sicilia verso la zona gialla

E' quanto emerge dal consueto bollettino del ministero della Salute, che segnala un'incidenza in discesa dal 5,3% al 4,5%. L'Isola resta al primo posto per numero di contagiati giornalieri. L'assessore Razza: "Con rientri e turisti ci sarà un ulteriore rialzo di positivi"

Sono 848 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore in Sicilia, su un totale di 18.759 tamponi processati. E' quanto emerge dal consueto bollettino del ministero della Salute, che segnala un'incidenza in discesa dal 5,3% di ieri al 4,5% di oggi, con l'Isola che comunque resta al primo posto per numero di contagiati giornalieri.  

In totale gli attuali positivi sono 15.197, di cui 448 ricoverati in regime ordinario (+6), 50 in terapia intensiva (-2) e 14.699 in isolamento domiciliare. I guariti sono 578 mentre si contano altre 12 vittime in un giorno, con il totale dei decessi che sale a 6.100. Da inizio pandemia sono state 250.409 le persone contagiate dal Covid in Sicilia.

Questa la situazione dei nuovi positivi nelle singole province: Palermo 177, Catania 125,  Agrigento 80, Caltanissetta 117,  Trapani 149, Ragusa 93, Siracusa 55, Enna 45, Messina 7.

Con questi numeri, il cambio di colore per la Sicilia appare ormai scontato. Ne è convinto anche l'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, che afferma: "Dobbiamo entrare nell’ottica che da qui alla fine della stagione nell’Isola ci sarà un ulteriore rialzo di positivi, perché in giro per il territorio avremo almeno due milioni di persone in più tra turisti e lavoratori che rientrano per le ferie: il giallo, dunque, è solo questione di giorni, e non è un caso che le regioni che rischiano oggi di lasciare il bianco sono tutte a vocazione turistiche".

Ultimi giorni di zona bianca insomma, poi la Sicilia farà i conti con nuove restrizioni. Con il ritorno in giallo tornerà l'obbligo dell'utilizzo della mascherina anche all'aperto, mentre bar, pub e ristoranti potranno rimanere aperti, anche a cena, ma con un limite di quattro persone per tavolo (se non conviventi) sia all'aperto che al chiuso. Regola valida anche per le feste e i ricevimenti di matrimonio. Nessun problema per gli spostamenti tra regioni, che rimangono liberi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, registrati 848 nuovi casi (80 nell'Agrigentino) e 12 morti: Sicilia verso la zona gialla

AgrigentoNotizie è in caricamento