menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il comandante Rinaldo Di Martino

Il comandante Rinaldo Di Martino

Controlli in mare con l'operazione "Octopus"

Sette gli illeciti penali e 15 illeciti amministrativi; sono stati effettuati 17 sequestri per...

E’ stata denominata “Octopus” l’operazione di Polizia marittima predisposta dal Comando generale delle Capitanerie di porto, ed eseguita dalla Guardia costiera di Porto Empedocle, nel territorio di competenza, finalizzata al controllo della pesca e della vendita di prodotti ittici.

L’operazione, che ha visto impiegati 28 militari, è stata condotta con l’ausilio di due motovedette e quattro pattuglie a terra. Per tutto il mese di dicembre 2011 i militari della Capitaneria di porto hanno effettuato controlli in mare su 6 unità da pesca e 5 imbarcazioni da diporto, sono stati effettuati controlli anche sulle banchine di attracco all’interno dei porti.

Sono stati 51 i controlli effettuati nella filiera della distribuzione e vendita dei prodotti ittici, dalla grande distribuzione alla vendita al dettaglio ed anche ai ristoranti. Particolare attenzione è stata posta nel controllo degli ambulanti che esercitano la vendita nei paesi dell’entroterra a carico dei quali sono state riscontrate numerose violazioni soprattutto sulla tracciabilità del prodotto ittico. Molti, infatti,  erano sprovvisti di documenti attestanti la provenienza del prodotto ittico commercializzato.

Sono stati riscontrati 7 illeciti penali e 15 illeciti amministrativi; sono stati effettuati 17 sequestri per un totale di 232 chili di pesce. Tra gli illeciti riscontrati: frode in commercio, prodotto ittico non tracciato, cattivo stato di conservazione, pesce sottomisura. Inoltre sono state sequestrate reti da strascico e reti da posta.

“Il fine principale dell’operazione 'Octopus' – dice il comandante Rinaldo Di martino - è stato quello della tutela del consumatore, soprattutto in un periodo come quello natalizio, dove è più forte la richiesta di prodotti ittici e quindi conseguenza più presente la violazione delle norme nazionali e comunitarie in materia”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento