Preso con sei chili di marijuana e metadone in casa, 29enne libero dopo tre mesi

Revocati i domiciliari a Francesco Parla, arrestato dalla polizia il 14 gennaio: venute meno le esigenze cautelari

FOTO ARCHIVIO

"Le esigenze cautelari sono venute meno per il decorso del tempo dall'esecuzione della misura". Con queste motivazioni il gip Francesco Provenzano, al quale si è rivolto il difensore, l'avvocato Simona La Verde, ha revocato gli arresti domiciliari al ventinovenne Francesco Parla, di Canicattì. sorpreso dai poliziotti del commissariato con sei chili di marijuana essiccata e alcuni flaconi di metadone.

Il suo arresto è scattato il 14 gennaio. Nel corso dei potenziati servizi di controllo del territorio disposti dal questore Rosa Maria Iraci, gli agenti del commissariato di Canicattì - coordinati dal vice questore Cesare Castelli - hanno effettuato una perquisizione domiciliare mirata, finalizzata all'acquisto di droga. Nell’appartamento, nonostante fossero nascosti, sono state trovate diverse bottiglie contenente metadone e marijuana, in infiorescenza essiccata, nonché 180 bustine di vario formato contenente la stessa sostanza per complessivi 2,4 chili e circa 1.200 buste vuote di varie misure in cellophane, utilizzate per la suddivisione e confezionamento in dosi della droga".

Il pubblico ministero Alessandra Russo, titolare dell'indagine, ha disposto una consulenza per l'analisi tossicologica della droga che sarà depositata nelle prossime settimane. 

I poliziotti hanno proceduto anche ad una accurata perquisizione del garage nella disponibilità dell’indagato. Ed è proprio nel garage che gli agenti della sezione Anticrimine del commissariato hanno "rinvenuto e sequestrato - secondo quanto è stato spiegato - analoga sostanza per un peso netto di 680 grammi, mentre nell’abitazione rurale, alla periferia di Canicattì, - ha proseguito la ricostruzione ufficiale della Questura - è stata trovata altra marijuana per un peso complessivo di 2.990 chili". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

  • Coronavirus, nel "valzer" di guarigioni e nuovi contagi c'è una nuova vittima: è un grottese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento