"Buonuscita gonfiata e prelievi illegittimi alla Cassa Edile", condannati ex presidente e direttore

Un anno e otto mesi di reclusione sono stati inflitti a Salvatore Grado, otto mesi ad Arsenio Coiro

Il tribunale di Agrigento

Buonuscita “gonfiata” alla Cassa Edile con operazioni finanziarie illegittime: l’ex direttore Salvatore Grado, andato in pensione nell’ottobre del 2009, è stato condannato a un anno e otto mesi di reclusione. L’accusa iniziale di appropriazione indebita, tecnicamente, è stata riqualificata in truffa aggravata.

Da questa imputazione, inoltre, è stato assolto l’ex presidente dell’epoca Arsenio Coiro, al quale però sono stati inflitti otto mesi di reclusione – per l’accusa di appropriazione indebita – per avere eseguito dei prelievi indebiti dai conti della Cassa. Altre due ipotesi di appropriazione indebita sono, invece, cadute in prescrizione mentre l’accusa di diffamazione, contestata a Grado, nei confronti del sindacalista Roberto Migliara, è stata ritenuta insussistente ed è stata decisa l’assoluzione.

Questa la sentenza del giudice monocratico Gianfranca Claudia Infantino che, nel primo pomeriggio di ieri, ha messo il sigillo su un lungo processo che si riferiva a fatti di oltre dieci anni prima. Alle udienze precedenti il pubblico ministero Alfonsa Fiore aveva chiesto la condanna a tre anni di reclusione per Grado e a due anni e sei mesi per Coiro. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Tragedia a San Leone: muore un turista svizzero di 35 anni

  • Incidente alla rotatoria Giunone: è morto un trentacinquenne

  • L'incidente che ha ucciso Angelo, Racalmuto è sotto choc: annullati tutti gli eventi del week end

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento