Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Agrigento e le Commissioni su "Ballarò", consiglieri all'attacco

Su Rai3 Interviste e immagini "rubate", con dichiarazioni talvolta imbarazzanti. Poi l'altra faccia della medaglia, con il racconto dell'associazione "Volontari di strada". I consiglieri comunali pronti ad intraprendere un'azione giudiziaria

Ha scatenato polemiche e indignazione il servizio trasmesso ieri sera nel corso della trasmissione “Ballarò”, su Rai3, in cui il giornalista Alessio Lasta ha raccontato il caso delle più di mille riunioni di Commissioni consiliari convocate ad Agrigento nel 2014.

+++ PROCURA APRE INCHIESTA +++

Interviste e immagini “rubate” ai protagonisti, con dichiarazioni talvolta imbarazzanti, come “In questo momento non ricordo cosa abbiamo fatto in Commissione” o “E’ la legge che ci permette di fare tutte queste riunioni…”.  Ad intervenire, tra gli altri, anche il vicepresidente del Consiglio, Giuseppe Di Rosa, che - ripreso di nascosto - ha raccontato di colleghi che avrebbero partecipato a tre commissioni in un giorno. Il consigliere Alessandro Patti ha, invece, detto: "E' evidente che c'è stata una corsa al gettone, per questo non ho partecipato più alle riunioni".

GUARDA QUI IL SERVIZIO TRASMESSO SU RAI3 -->>

Poi l’altra faccia della medaglia, con il racconto di Silvia Licata e Anna Marino dell’associazione “Volontari di strada”, che hanno portato con loro il giornalista in casa di uno dei tanti agrigentini in difficoltà economica che i volontari assistono quotidianamente con la consegna di alimenti, denaro e vestiti. E poi, ancora, un “giro” in città con l’attivista del “Movimento 5 stelle” Marcello La Scala per “ammirare” le incompiute (parco Icori, palasport Ugo La Malfa…) e le condizioni in cui versa la città (tra tutti, il quartiere periferico di Fontanelle).

Durissimi gli interventi nello studio di Massimo Giannini al rientro dal servizio. C’è chi ha chiesto addirittura l’arresto dei consiglieri comunali e chi ha condannato la città di Agrigento dicendo che “Non tutti i Comuni sono come quello…”. 

L'AZIONE GIUDIZIARIA DEI CONSIGLIERI. Intanto non tarda ad arrivare la reazione dei protagonisti: diversi consiglieri comunali, con a capo il presidente del Consiglio Carmelo Settembrino, non avrebbero perso tempo e già per stamattina hanno fissato un appuntamento con l’avvocato Giuseppe Scozzari per intraprendere un’azione giudiziaria. L’obiettivo sarebbe quello di chiedere conto e ragione a Paolo Mieli, già direttore del “Corriere della Sera”, di alcune sue dichiarazioni rese in diretta su Rai3.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agrigento e le Commissioni su "Ballarò", consiglieri all'attacco

AgrigentoNotizie è in caricamento