menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Autotrasporti: Si alleggeriscono i presidi, presi d'assalto i benzinai-29

Autotrasporti: Si alleggeriscono i presidi, presi d'assalto i benzinai-29

Autotrasporti: si alleggeriscono i presidi, presi d'assalto i benzinai

A Porto Empedocle, la strada statale 115 è completamente bloccata a causa delle auto che...

Dopo che il leader dei trasportatori dell’Aias, Giuseppe Richici, ha confermato l’interruzione dello sciopero, anche Mariano Ferro, portavoce degli agricoltori del Movimento dei Forconi, ha annunciato la disponibilità ad "allentare" i presidi facendo scorrere il traffico per consentire i rifornimenti a tutti, ma ha aggiunto che la protesta non terminerà e continuerà fino al 26 gennaio.

I presidi sono, al momento, sei. Tre lungo la strada statale 115: uno all'ingresso di Licata, uno al bivio per Naro, uno dinanzi la cementeria di Porto Empedocle; al chilometro zero della statale 640 ossia all'uscita del porto di Porto Empedocle; lungo la statale 189, al bivio per Aragona; e un altro  lungo la statale 123, ossia la Ravanusa-Naro.

Intanto già questa mattina sono iniziate le code davanti ai benzinai. A Porto Empedocle, la strada statale 115, nei pressi della Italcementi, e della rotatoria accanto alla caserma dei carabinieri, nella zona portuale, è completamente bloccata a causa delle auto che attendono l'arrivo di un'autocisterna da Gela che rifornirà di carburante il distributore della zona. Stessa situazione anche a Raffadali e in altri paesi della provincia, dove si sono create altre code davanti ai
distributori che attendono rifornimento dalle autocisterne.

Terminata anche la scorta di gas nel più grande deposito della provincia.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento