menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco di Licata

Il sindaco di Licata

Maltempo, a Licata i danni superano i 40 milioni: sindaco chiede aiuto alla Regione

Secondo  una relazione tecnica dell’Ufficio comunale di Protezione civile, il danno presunto è stato stimato in 40 milioni di euro, e, alla data del 20 ottobre, le segnalazioni di danni a carico di beni mobili e immobili, attività produttive ed aziende agricole, pervenute al Comune  sono 253

Con una nota indirizzata al presidente della Regione e all’assessore regionale all’Agricoltura, il sindaco di Licata Angelo Cambiano, in attesa del perfezionamento del tortuoso iter per il riconoscimento della Calamità Naturale a favore delle aziende danneggiate dalla tromba d’aria del 10 ottobre scorso, ha chiesto al Governo regionale di fare ricorso al Fondo di solidarietà regionale (Fsr), come anticipo delle somme provenienti dal Fondo di solidarietà nazionale.  

Per il primo cittadino di Licata l'operazione si rende necessaria in considerazione del carattere di eccezionalità dell'evento calamitoso e per facilitare la ripresa economica e produttiva delle imprese agricole danneggiate. 

«La necessità di questo intervento nei confronti del Governo regionale – spiega il sindaco Cambiano – nasce dalla considerazione del fatto che le aziende e i produttori sono stati colpiti mentre si trovavano in fase di piena produzione e a pochi giorni dal raccolto, che  è andato perso insieme a tutti gli investimenti spazzati via dal vento, compromettendo l’intera annata agraria e, conseguentemente, messo in ginocchio l’intera economia cittadina». 

Questa iniziativa si aggiunge alle diverse altre già, sin da subito, poste in essere dall’Amministrazione comunale al fine di fronteggiare la gravissima situazione determinatasi a seguito della tromba d’aria che ha investito Licata nella prima mattina di sabato 10 ottobre. Secondo  una relazione tecnica dell’Ufficio comunale di Protezione civile, il danno presunto è stato stimato in 40 milioni di euro, e, alla data del 20 ottobre, le segnalazioni di danni a carico di beni mobili e immobili, attività produttive ed aziende agricole, pervenute al Comune  sono 253. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento