menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il piccolo animalista con i cuccioli (Foto: Facebook)

Il piccolo animalista con i cuccioli (Foto: Facebook)

Randagismo, la lettera di un piccolo animalista di Canicattì: "Aiutatemi"

Il giovane è un vero attivista, sempre in cerca di assistenza e cibo per i suoi amici a quattro zampe. Sta muovendo le coscienze di quanti su Facebook incrociano i suoi appelli accorati

"Non comprare un cane, adottalo prendendolo dalla strada". Già di per sè il motto che picca sulla pagina Facebook di questo ragazzino 13enne è un "manifesto" del suo amore per i randagi.

Ma Vittorio, questo il nome del piccolo animalista di Canicattì, non è solo "innamorato" dei trovatelli, ma è un vero attivista sempre in cerca di assistenza e cibo per i suoi amici, e sta commuovendo le coscienze di quanti sul social network incrociano i suoi appelli accorati.

Come nel caso dell'ultimo, lanciato un paio di giorni fa in favore di alcuni cuccioli che secondo lui "rischiano tutti i giorni la loro vita" dato che la loro casa è la strada. Vittorio, che ha anche scritto una lettera da far girare tra varie associazioni animaliste di tutta Italia, e non solo, racconta come già uno di loro sia morto: "Non voglio perdere anche gli altri - dice riferendosi ai piccoli con cui è ritratto in foto - per cui aiutatemi a fare girare questo post. Sono dei cuccioli di quattro mesi dolcissimi e buoni. Si trovano a Canicattì, ma per una buona adozione li mando ovunque dopo i controlli per accertarmi che finiscano in buone mani". 

"Ho scritto anche a diverse trasmissioni, al sindaco e a chiunque potesse aiutarmi ma ancora non ho ricevuto risposte. Capisco che ci sono tante cose importanti da fare e che magari devo avere un pò di pazienza per ricevere l'aiuto che occorre" racconta Vittorio, che ha intenerito la rete con quella lettera accorata indirizzata "al mondo intero" in cui descrive la situazione che vive nel quotidiano: troppi i cani da salvare da maltrattamenti e da nutrire, o da far adottare, poco o quasi nessuno l'aiuto ricevuto da questo ragazzino coraggioso.

QUESTO IL TESTO DELLA LETTERA

Buongiorno, mi scusi se la disturbo, mi chiamo Vittorio. Vi contatto perché cerco disperatamente qualsiasi forma di aiuto! Ho solo 13 anni ma ho un cuore grande e faccio di tutto per salvare gli animali! Vi spiego brevemente: mi trovo in Sicilia, a Canicattì in provincia di Agrigento. Il mio paese è pieno di cuccioli abbandonati, cagne in attesa di partorire e cani ovunque. Se ne contano piu di 500 in giro per il paese... tutti vagano disperatamente in cerca di cibo ed acqua... e nessuno nulla per migliorare questa situazione e quindi nessuno aiuta questi poveri cuccioli bisognosi. Non esiste un canile e neanche un associazione. Io nel mio piccolo prendo tutti i cuccioli che trovo, do loro subito del cibo e dell'acqua, li curo se hanno bisogno. Ma adesso sono veramente tanti e da solo non riesco piu. Vi chiedo disperatamente di aiutarmi! Molti di loro vengono bastonati o avvelenati! Io cerco di toglierli subito dalla strada ma sono proprio in uno stato di disperazione visto che adesso sono 40 cuccioli! È urgente! Serve anche cibo! Spero in un vostro aiuto! Aiutatemi per il bene di tanti piccoli esseri indifesi che aspettano solo il nostro aiuto! Grazie mille di cuore!

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento