Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca Palma di Montechiaro

Macellaio subì l'amputazione di un braccio, ridotta la condanna per i 2 imputati

I gestori del supermarket erano imputati di lesioni colpose

Un anno di reclusione. E' stata ridotta - dalla Corte d'appello di Palermo - la sentenza di condanna a carico dei gestori di un supermercato di Palma di Montechiaro: Michelina Macaluso di Ribera e Gaetano Bellini di Agrigento. Entrambi erano accusati di lesioni colpose ai danni di un loro dipendente: nel 2013 il macellaio del market, utilizzando un tritacarne, si è ferito ed ha subito l'amputazione di un braccio. Il macchinario - secondo l'accusa - non avrebbe avuto la griglia di protezione. La vittima dell'incidente sul lavoro si era costituita parte civile e rappresentata e difesa dall'avvocato Giuseppe Barba ha ottenuto il riconoscimento di un risarcimento danno da 30 mila euro. 

In primo grado, il giudice monocratico del tribunale di Agrigento Rosanna Croce aveva condannato i due imputati ad un anno e sei mesi di reclusione. Adesso, la condanna è stata ridotta, per entrambi, ad un anno. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Macellaio subì l'amputazione di un braccio, ridotta la condanna per i 2 imputati
AgrigentoNotizie è in caricamento