menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torna dopo anni da Brescia e trova la casa completamente vuota: maxi furto

All’interno non c’era più nulla, né suppellettili e mobili, di quello che aveva lasciato. Qualcuno ha fatto un vero e proprio trasloco dalla residenza disabitata

Torna da Brescia ad Agrigento, la sua città, dopo anni ed anni d’assenza e trova l’abitazione – in via Rapisardi – completamente spoglia. All’interno non c’era più nulla, né suppellettili e mobili, di quello che aveva lasciato. Perché di fatto la residenza – chiusa, appunto, da tempo - era stata lasciata arredata e dotata di tutti i comfort. Incredulo, ma furioso, l’agrigentino cinquantaquattrenne che – ad Agrigento – era tornato per motivi personali, non ha potuto far altro che rivolgersi alla polizia di Stato. Gli agenti della sezione Volanti della Questura hanno effettuato il sopralluogo di rito, raccolto la denuncia a carico di ignoti e avviato le indagini.

Quando e come è stato messo a segno non è chiaro. Né può, appunto, esserlo visto che quell’abitazione di via Mario Rapisardi, che è una parallela della più nota via Manzoni, era rimasta chiusa e disabitata da tanto tempo. Appare scontato che qualcuno, non si sa quando, abbia effettuato una sorta di trasloco. Abbia dunque svuotato la residenza spacciando ogni manovra come se fosse un vero e proprio trasloco.

Appare scontato, ma non ci sono conferme ufficiali al riguardo, che uno dei primi passi investigativi che i poliziotti delle Volanti muoveranno sarà quello di sentire gli abitanti del quartiere, cominciando magari proprio dai vicini di casa. Si proverà insomma a tornare indietro nel tempo e stabilire se qualcuno si ricorda o meno di qualche trasloco. Fatto, si scopre oggi, in maniera abusiva, tant’è che è stato messo a segno – e in piena regola – un furto.

Anche in città, ciclicamente, si registrano dei furti in abitazione. All’inizio del mese, ad esempio, è accaduto in contrada Mosella. I malviventi, in quel caso, approfittarono della momentanea assenza, durante il pomeriggio, della padrone di casa e dopo essersi intrufolati – forzando una finestra – hanno portato via contanti e monili in oro. Un furto “classico” per quanto riguarda la tipologia di bottino e con modalità standard, insomma. Una razzia – scoperta dalla proprietaria della casa: una impiegata cinquantenne - sulla quale stanno indagando i carabinieri della compagnia di Agrigento.

Furti come quello denunciato dal cinquantaquattrenne rientrato da Brescia non se ne registravano invece da tempo, da tantissimo tempo. Non è usuale lasciare un’abitazione disabitata e ritrovarla completamente svaligiata e vacante. 

Adesso, e le indagini sono partite ieri, spetterà alla polizia di Stato provare a tracciare – laddove possibile – la giusta pista investigativa per arrivare a capire cosa sia effettivamente accaduto in quell’abitazione e soprattutto chi sono stati gli autori di quella maxi razzia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento