"Tenta di investire i carabinieri", arrestato trentacinquenne

I militari dell'Arma erano intervenuti perché l'uomo stava cercando di sfondare il portone di una abitazione dove la moglie, dopo una lite, si era rifugiata

Una pattuglia dei carabinieri

I carabinieri sono intervenuti, in contrada San Benedetto, perché sarebbe stato in procinto di sfondare il portone di ingresso di uno stabile dove la moglie si era rifugiata a seguito di una lite. Alla vista dei militari dell'Arma del nucleo operativo e radiomobile anziché calmarsi sarebbe ulteriormente andato in escandescenza.

"In evidente stato di ubriachezza, alla vista dei carabinieri - rendono noto dalla compagnia dell'Arma di Agrigento - si avvicinava con atteggiamento ostile, pronunciando frasi minacciose. In maniera repentina saliva sulla propria autovettura - ricostruiscono ancora i militari dell'Arma - e tentava di investire i carabinieri". Dopo un breve inseguimento, però, l'autovettura è stata fermata in una via del centro abitato e l'uomo è stato arrestato. 

M. P., 35 anni, pensionato, dovrà rispondere delle ipotesi di reato di resistenza a pubblico ufficiale. Su disposizione del sostituto procuratore di turno, l'uomo - residente in Belgio - è stato posto agli arresti domiciliari.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento