Cronaca San Leone

Insegue, insulta e minaccia l'ex convivente e madre della figlia: arrestato trentenne

La donna, poco più giovane, ha chiamato polizia e carabinieri per segnalare le continue scenate del suo ex che l'ha raggiunta a San Leone

Che la relazione sentimentale, dalla quale era nata anche una bambina, fosse ormai finita, era chiaro. E forse anche da tempo. All’inizio del mese, i conviventi si sono lasciati e la donna ha scelto, forse anche per svagarsi un po’, di trascorrere un breve periodo di vacanza ad Agrigento, a San Leone per la precisione, lasciandosi alle spalle Caltanissetta: la sua città di origine e realtà dove viveva con il suo ormai ex. Ma il trentenne non rassegnandosi alla fine della storia d’amore dopo aver cercato la sua ormai ex compagna per tutta Caltanissetta, fra amici, conoscenti e parenti, è riuscito a sapere che la giovane, poco più piccola di lui, si trovava in villeggiatura a San Leone. L’ha raggiunta in maniera fulminea ed ha continuato non soltanto a perseguitarla, ma – almeno in un paio di occasioni – anche ad insultarla e minacciarla. La donna, preda del panico, ha chiesto aiuto al numero unico d’emergenza: in una prima occasione, a San Leone, sono intervenuti i poliziotti della sezione Volanti della Questura, mentre nella seconda sono accorsi i carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Agrigento.

E’ stato subito attivato l’iter del cosiddetto “codice rosso” per evitare appunto che la giovane donna nissena potesse, eventualmente, rischiare qualcosa. Dopo il secondo episodio, il trentenne di Caltanissetta è stato arrestato dai poliziotti della sezione Volanti. E’ indagato per atti persecutori. Su disposizione del sostituto procuratore di turno di Agrigento, titolare del fascicolo d’inchiesta subito aperto, il giovane nisseno è stato posto ai domiciliari. Dopo le formalità di rito, sono stati gli stessi poliziotti delle Volanti della Questura di Agrigento ad accompagnare il trentenne nella sua abitazione di Caltanissetta dove dovrà restare, in stato d’arresto appunto, a disposizione dell’autorità giudiziaria fino all’udienza di convalida che verosimilmente si terrà nelle prossime ore. Ad essere avvisata dell’accaduto è stata anche la Questura di Caltanissetta perché spetterà proprio ai poliziotti che lavorano in quella città – essendo stato attivato il “codice rosso” – monitorare tanto la donna vittima di stalking, quanto l’ex compagno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insegue, insulta e minaccia l'ex convivente e madre della figlia: arrestato trentenne

AgrigentoNotizie è in caricamento