menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lotta alla sosta "selvaggia": 7.516 contravvenzioni in appena 8 mesi

Sono stati 36, invece, i mezzi scoperti senza alcuna copertura assicurativa e 95 le sanzioni contestate in caso di incidenti stradali

Al comando della polizia municipale di Agrigento mancano, rispetto a quanto previsto in pianta organica, 45 vigili. Una carenza drammatica che però non ferma il lavoro degli uomini del comandante Gaetano Di Giovanni. E lo dimostrano i numeri: dal primo gennaio di quest’anno allo scorso 10 settembre, gli agenti della polizia locale hanno elevato – piazzandole al tergicristallo – ben 7.516 contravvenzioni per il mancato rispetto del codice della strada. La maggior parte di queste multe riguarda una delle cattive abitudini degli agrigentini: posteggiano male, posteggiano laddove non potrebbero e lasciano le auto in doppia e in tripla fila. La gran parte delle contravvenzioni elevate riguarda dunque la sosta vietata.

Sono state, poi, 95 le sanzioni contestate – dalla squadra Infortunistica stradale – in caso di incidenti e 143 invece quelle a “sommario processo verbale”, ossia contestati direttamente al trasgressore. Inoltre, gli agenti hanno scovato – nei primi otto mesi dell’anno – 36 mezzi senza alcuna copertura assicurativa. A dare man forte ai vigili urbani di Agrigento anche il cosiddetto “Street control” che, ad ogni uscita, realizza una vera e propria “strage”. Ad ogni pattugliamento, il software montato sulla vettura di servizio incastra – anche se i mezzi sono regolarmente parcheggiati sul ciglio della strada – sia le macchine posteggiate malamente, in sosta vietata appunto, che le vetture con l’assicurazione scaduta da un po’ di tempo o quelle che ne risultano essere completamente prive.

Che in circolazione, anche ad Agrigento, ci fossero diversi mezzi senza assicurazione e con la revisione scaduta era forse più che un sospetto. Che fra il centro cittadino e i quartieri periferici, le auto venissero lasciate in divieto di sosta o in doppia e tripla fila era invece una certezza. Più che lampante. Da diversi mesi ormai – nella città dei Templi – la “lotta” s’è fatta sistematica e i risultati, sia grazie allo “Street control” che grazie alle pattuglie schierate sul territorio, non mancano. Anzi, parlano praticamente chiaro. E inquadrano sia il super lavoro fatto dagli agenti della Municipale, sia quanto l’odioso fenomeno della sosta “selvaggia” – auto parcheggiate in divieto di sosta, sopra i marciapiedi o lasciati in doppia e tripla fila - sia ancora ben lontano dall’essere sconfitto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento