rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Cronaca

"Agrigento 2020", il Fai sposa la candidatura: "La Kolymbethra è un luogo magico"

Il presidente nazionale Andrea Carandini: "La città ha oggi coralmente rivolto il proprio sviluppo alla conoscenza e alla valorizzazione della spettacolare area archeologica affacciata sul Mediterraneo"

Il Fondo ambiente italiano sostiene la candidatura di Agrigento a capitale italiana della cultura nel 2020. Lo ha ufficializzato il presidente nazionale Andrea Carandini in una nota.

"Relegati in un fosco passato gli anni in cui Agrigento riteneva la Valle dei Templi l’ostacolo maggiore al suo sviluppo, - si legge - la città ha oggi coralmente rivolto il proprio sviluppo alla conoscenza e alla valorizzazione della spettacolare area archeologica affacciata sul Mediterraneo. La mirabolante unione tra paesaggio e architettura, che da sempre Agrigento ha offerto al visitatore, si sposa oggi con la riscoperta del centro storico, nobile e intatto, seppur pesantemente offuscato da quella corona che l’edilizia della seconda metà del Novecento ha inflitto alla città". 

"Il Fai - prosegue Carandini - ha avuto in dono dal fato l’occasione di poter contribuire al presente e al futuro di Agrigento impegnandosi, assieme al Comune, al Parco Archeologico della Valle dei Templi, alla Prefettura e alla Soprintendenza, nella resurrezione della Kolymbethra, luogo magico quant’altri mai, per le attrezzature idrauliche greche e per la natura". 

"Animati da questo spirito fervido di collaborazione, - conclude Carandini - sosteniamo pertanto con decisione la candidatura di Agrigento, proposta dall’attuale amministrazione, a Capitale Italiana della Cultura 2020, forti del fatto che anche gli dèi dell’Olimpo, generosi nell’aver finalmente consentito il ritrovamento del teatro, ci hanno inviato un segno del loro favore". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Agrigento 2020", il Fai sposa la candidatura: "La Kolymbethra è un luogo magico"

AgrigentoNotizie è in caricamento