Danneggiamenti: ancora auto rigate, presentate altre 5 denunce

La polizia sta già cercando di incastrare i vari tasselli investigativi per provare a fare chiarezza su quanto è avvenuto

(foto archivio)

Carrozzerie di auto devastate, con oggetti acuminati tant’è che s’è anche parlato del “maniaco del chiodo”, ad Agrigento, ma anche altrove. Aumentano, con il passare dei giorni, le denunce formalizzate alla polizia di Stato che sta già cercando di incastrare i vari tasselli investigativi per provare a fare chiarezza su quanto è avvenuto, e continua appunto a ripetersi, in città. Cinque le ultimissime, in ordine di tempo, denunce acquisite dagli agenti in servizio alla caserma “Anghelone” di via Crispi. 

Al Villaggio Mosè, qualcuno senza essere visto, né tanto meno sentito, ha graffiato – e pare anche con violenza – la carrozzeria di una Citroen C5 nuova di zecca. Sotto choc, inevitabilmente, il proprietario: un agrigentino trentottenne che ha già formalizzato, a carico di ignoti, una denuncia. Sempre all’ufficio Volanti, che è coordinato dal commissario capo Francesco Sammartino, si è presentata anche una quarantenne che ha raccontato d’aver subito il danneggiamento di due auto fra la fine di agosto e gli inizi del mese: una a Maddalusa e l’altra mentre era posteggiata a Realmonte. Ad essere state rigate in più punti della carrozzeria sono state una Kia Stonic e una Skoda Fabia. La proprietaria ha chiarito, nella denuncia, che fra i due episodi non ci sono connessioni e di non aver mai avuto problemi con nessuno. Graffiata sempre con un oggetto acuminato, in via San Francesco di Paola, anche l'auto di proprietà di un ventitreenne.

Ma i poliziotti della sezione Volanti hanno acquisito, sempre nelle ultime ore, la denuncia di una agrigentina che ha subito il danneggiamento dell’auto a Misterbianco e quella di un canicattinese che ha invece subito il raid direttamente a Canicattì, ma che s’è, appunto, recato all’ufficio Denunce della Questura per formalizzare l’esposto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, nel "valzer" di guarigioni e nuovi contagi c'è una nuova vittima: è un grottese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento