Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Villaggio Mosè

Auto e moto danneggiati, funzionario regionale nel "mirino"? Aperta un'inchiesta

Non sembrerebbe avere le caratteristiche del raid vandalico – bensì di una intimidazione – quanto è avvenuto, ed è stato denunciato alla polizia, al Villaggio Mosè

Il ciclomotore è stato forzato, quasi come se qualcuno volesse portarlo via, e scaraventato sul selciato. L’autovettura – una berlina – è stata pesantemente, e in più punti, graffiata e forse anche ammaccata. Non sembrerebbe avere le caratteristiche del raid vandalico – bensì di un danneggiamento ai fini intimidatori – quanto è avvenuto, ed è stato denunciato alla polizia, al Villaggio Mosè. Un’intimidazione, di questo sembrerebbe trattarsi, che ha avuto a bersaglio un funzionario regionale cinquantenne, molto conosciuto e stimato ad Agrigento. E questo perché appunto sono stati presi di mira non soltanto l’autovettura, ma anche il ciclomotore utilizzato dal figlio.

Dell’attività investigativa, dopo che è stato anche realizzato un sopralluogo, si sta occupando la polizia. Fitto, anzi categorico, il riserbo degli investigatori che non lasciano trapelare neanche la più piccola delle indiscrezioni. E’ stato sentito, ma non è escluso che i poliziotti tornino a farlo di nuovo, il funzionario regionale. L’obiettivo è, naturalmente, uno soltanto: provare a capire se ha avuto problemi o dissapori, di recente o nell’immediato passato, con qualcuno. Le indagini, ieri, risultavano essere – nonostante le bocche rigorosamente cucite - portate avanti su un fronte di 360 gradi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto e moto danneggiati, funzionario regionale nel "mirino"? Aperta un'inchiesta

AgrigentoNotizie è in caricamento