menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto d'archivio)

(foto d'archivio)

Agesci, a Palermo tre giorni di "scuola di legalità" per duemila lupetti

Dal 23 al 25 aprile quasi duemila Lupetti a Palermo a “scuola” di legalità e sulle orme di chi ha perso la vita contrastando la cultura mafiosa

Da domani, sabato 23, a lunedì 25 aprile Palermo sarà “invasa” da migliaia di scout: arriveranno nel capoluogo da tutta la Sicilia 1835 lupetti e coccinelle (bambini e bambine dell’età di 11/12 anni) oltre ai loro capi educatori per partecipare al “Consiglio degli anziani regionale”. 

L’incontro, dal tema “Sotto la stessa legge”, sarà un modo per educare i piccoli scout al rispetto delle regole. I lupetti, nella tre giorni palermitana, impareranno cosa voglia dire essere testimoni di legalità attraverso l’esempio di alcuni “testimoni”: molte delle vittime di Cosa nostra che i bambini impareranno a conoscere attraverso le loro storie e la testimonianza che hanno lasciato. 

- Sabato 23: i lupetti e le coccinelle arriveranno a Palermo nel pomeriggio e saranno accolti nei due istituti di via Piersanti Mattarella (Istituto Gonzaga e Alberico Gentili). Alle 19.30 l’apertura dell’incontro con una celebrazione eucaristica. 

- Domenica 24: l’incontro avrà come sede principale l’Istituto Gonzaga di via Piersanti Mattarella; nella mattina e nel pomeriggio i lupetti e gli adulti scout saranno impegnati in attività in diversi quartieri di Palermo mentre la sera, sempre all’Istituto Gonzaga, andrà in scena “Il dovere della scemenza”, testo originale del giornalista e scrittore Roberto Alajmo, del giornalista Luigi Perollo e del teologo Francesco Bonanno. 

- Lunedi 25 i partecipanti all’evento daranno vita a partire dalle 10 a un corteo che si snoderà da via Piersanti Mattarella sino a via Notarbartolo, davanti all’Albero Falcone. 

Saranno presenti il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, autorità civili, religiose e militari e familiari di alcune vittime di Cosa nostra.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento