rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Prevenzione

Lavare meglio le mani può salvare la vita: ecco perché

A lanciare l'allarme è l'Oms: ogni individuo dovrebbe, sistematicamente, igienizzare palmi e dita

Lavare bene la mani può salvare la vita. A lanciare l'allarme è l'Oms ovvero l'organizzazione mondiale della sanità. Secondo un recente studio, tenere puliti palmi, dorsi e dita con acqua e sapone o con gel idroalcolico è un potente mezzo di prevenzione contro le infezioni. Bastano 40 secondi e le giuste attenzioni, per un lavaggio perfetto. 

L'igiene delle mani fatta in maniera regolare dovrebbe diventare una buona abitudine. Il lavaggio limita la trasmissioni di germi e batteri. Da questa semplice pratica si può diminuire e talvolta dimezzare fino al 50 percento le malattie infettive.

Lavandoci le mani come si deve evitiamo anche infezioni urinarie e respiratorie. Infezioni, dunque, che potrebbero contrarsi anche e soprattutto durante l'assistenza sanitaria in ospedale, ma anche in Rsa. 

Le nostre mani, soprattutto i palmi sono colonie di milioni di microrganismi ma anche e soprattutto batteri. Dentro le nostre mani trovano casa fino a 4milioni per centimetro quadrato di batteri. Il lavaggio progette le mani dall'attacco di diversi microbi, considerati "cattivi". 

L'igiene delle mani in cucina

Il modo più efficace per ridurre al minimo i germi è quello di utilizzare acqua calda e sapone, strofinare quanto più possibile le mani e, una volta risciacquate, utilizzare delle asciugamani pulite per asciugarle. La pulizia, dunque, prima di tutto. A volte tutto può sembrare scontato ma, spesso, ci dimentichiamo dell'essenziale. L'igiene in cucina è fondamentale, lavarsi le mani prima di maneggiare il cibo è l'abc. Lavarle tra un alimento e l'altro può essere fondamentale per evitare infezioni o altro. Questo serve ad evitare la contaminazione tra i cibi e le superfici della cucina. Ed evitare di stare male dopo aver mangiato.

L'igiene delle mani con gli animali

E' consigliato lavarsi le mani ogni qualvolta si fa un viaggio in bagno. Per diminuire la possibilità di contrarre una zoonosi (malattia trasmessa tra animali e uomo), è essenziale lavarsi le mani con acqua e sapone dopo aver accarezzato, nutrito, maneggiato o avuto qualsiasi altro contatto con gli animali, i loro alloggi o le loro ciotole. Le mani possono raccogliere nell'ambiente microrganismi portati dalla polvere e dall'acqua. 

Lavarsi le mani dopo avere toccato i soldi

Quante volte al giorno le nostre mani toccano i soldi? Circa un centinaio. Bar, ma anche parcheggi o tanto altro: un contatto che potrebbe costarci caro. Ad essere in agguato sono i batteri, che potrebbero provorcarci malattie infettive. E' fondamentale - dopo aver toccato i soldi - passa bene il sapone su tutte le superfici, sfregando con decisione, senza trascurare lo spazio tra le dita e sotto le unghie. In assenza d'acqua in ottima soluzione è usare un buon gel igienizzante. Per avere sempre mani perfette, senza pericolo che diventino veicolo di microrganismi, ricordati di lavare le mani correttamente nelle situazioni più 'a rischio' e a conclusione della giornata applicare  sempre creme nutrienti e idratanti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavare meglio le mani può salvare la vita: ecco perché

AgrigentoNotizie è in caricamento