menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In casa Pdl si discute di alleanze con il centrodestra

Prima la coalizione, poi il candidato. Forse primarie. Di certo il Pdl vuole essere alternativo a Marco Zambuto. Intervista a Nino Bosco

Forse primarie, forse con Pid e Grande sud o con i comitati civici. Posizione indefinibile e stabilmente ferma quella del Popolo delle libertà. Tutto da stabilire. "Si continua con l'interlocuzione per la costruzione della coalizione", ci spiega Nino Bosco, coordinatore provinciale del Pdl, dopo l'incontro del direttivo provinciale riunitosi stamattina.

 

 

 
"Le primarie sono uno strumento, ma stiamo seguendo un iter che mira all'individuazione della coalizione e poi del candidato", continua Bosco, il quale riconferma quanto dichiarato nella nostra ultima intervista. Il 26 febbraio il congresso provinciale chiarirà forse la posizione del partito in modo definitivo, mentre se ne va anche febbraio. Dopo il congresso rimarrebbero poco più di due mesi per preparare le eventuali primarie e la campagna elettorale. Tempi strettini. Alfano confuso o con un piano sottobanco? Difficile dirlo. "Si può escludere l'idea che il Pdl corra da solo alle elezioni", afferma Bosco. Si esclude che il partito possa riprendere in considerazione il sindaco uscente come candidato da sostenere. "Noi certamente saremo alternativi a Zambuto", continua il segretario provinciale.
 
Presente stamani tutta la direzione del partito di Agrigento e i coordinatori cittadini dei Comuni che saranno chiamati al voto in primavera."Un incontro positivo", commenta sempre Bosco, il quale però non porta buone nuove.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento