menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli alloggi di Ribera

Gli alloggi di Ribera

Il caso delle palazzine Iacp di Ribera, Musumeci: "Sbloccare questa vergogna"

A sei anni dall'evacuazione per rischio di crolli, non è stata trovata ancora nessuna soluzione per le famiglie

«Accelerare le procedure per porre fine a questa vergogna che dura ormai da troppo tempo». Lo chiede il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci, in una nota inviata ai vertici all’Istituto autonomo case popolari di Agrigento, in merito alle dieci palazzine di largo Martiri di via Fani a Ribera. Gli alloggi sono stati sgomberati, a causa del rischio di crollo, da oltre sei anni e da allora sessanta famiglie sono costrette a vivere in abitazioni in affitto.

Proprio in questi giorni è stato consegnato, dal Consorzio stabile progettisti e costruttori di Maletto, ai vertici dell’Istituto il progetto esecutivo per la demolizione e ricostruzione degli immobili, con le prescrizioni richieste dalla Conferenza dei servizi tenutasi al Genio civile di Agrigento nel novembre del 2017.

«Ho incontrato - ricorda il governatore Musumeci - una delegazione di cittadini interessati durante la mia visita a Ribera. E ho assicurato che avrei seguito di persona l’evolversi della paradossale situazione. Continuerò a farlo e non consentirò ulteriori perdite di tempo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento