menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Processo Opuntia, Riggio: "Bucceri? Mi aiutava a curare un cavallo"

L'uomo chiamato a rispondere di due incontri tra l'oggi collaboratore di giustizia e Pietro Campo

Processo "Opuntia", troncone saccense, sentito, come teste delle difese, Vito Riggio, di 47 anni, di Menfi, imputato a Palermo con il rito abbreviato nel contesto della medesima operazione di polizia che portò all'arresto di diverse persone.

La difesa: "Riggio non fa parte della famiglia mafiosa di Ribera. Anzi, non esiste nessuna famiglia mafiosa"

Lo riporta il Giornale di Sicilia in edicola oggi. L'uomo è stato sentito su due incontri nei quali ha accompagnato Vito Bucceri, poi diventato collaboratore di giustizia, e durante i quali quest'ultimo ha incontrato Pietro Campo, di Santa margherita Belice. Riggio ha spiegato di averlo fatto solo come favore personale dato che Bucceri lo stava aiutando a curare un cavallo, ma di non conoscere né contenuo né finalità di quelle conversazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Danneggia la rotonda del Quadrivio e fugge via: "beccato" dalle telecamere

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Coronavirus

Attualità

L'accademia delle Belle arti dona quindici quindici quadri al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Un agrigentino a "Uomini e donne", Gero Natale debutta su Canale 5

  • Sport

    L'ex "portierone" Daniele Indelicato vola a Dubai: affiancherà Sosa

Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento